Una piccola comunità in esodo. Debutta stasera Il seme del piangere

Virgilio Sieni lo definisce in prima istanza «un lavoro intimo, in cui i partecipanti vanno su e giù lentamente, in un fazzoletto di spazio, in cui sono in cammino verso, in un esodo che li costringe al reciproco sostegno e alla condivisione di piccoli gesti e che, infine, ne fortifica le relazioni fino ad approdare, come una vera famiglia, alla costruzione di un corpo unico». Una famiglia insolita, a-gerarchica, quella de Il seme del piangere, in cui i ruoli (padre, madre, figli ecc.) si scambiano a seconda delle esigenze.

seme (2)
Questo, ma non solo, è ciò che si evince dall’inaspettato incontro con Virgilio Sieni e con gli interpreti del nuovo spettacolo, avvenuto lunedì 13 a Firenze nelle sede ufficiale dell’Accademia dell’arte del gesto, Cango Cantieri Goldonetta. Al termine di una prova hanno gentilmente risposto ad alcune nostre domande sulla struttura di questo nuovo lavoro, rivelandoci innanzitutto che esso nasce da un desiderio di Giuseppe Comuniello, danzatore non vedente della compagnia, che, avendo lavorato sempre come solista, ha espresso al coreografo il desiderio di fare un lavoro di gruppo. E cosi è stato.
Giuseppe Comuniello: «Quando sono solo è un guardarsi dentro, ora invece è l’opposto, è un continuo ascolto dell’altro». I suoi riferimenti non saranno più, come nelle opere precedenti dei segni tattili sul pavimento, bensì gli altri componenti di questa famiglia.
I partecipanti sono cinque in tutto, primo fra tutti, appunto, Giuseppe Comuniello e poi due ragazzine di 14 anni e due danzatori ufficiali della compagnia. Sulla scena si vedrà una banda di Arlecchini che si muove lentamente e che richiama chiaramente la Famiglia di saltimbanchi di Picasso.

I temi principali di questo spettacolo sono l’esodo (termine che ricorre spesso in Sieni) e la piccola comunità che, forse in antitesi alle grandi masse, conoscendosi più da vicino, è probabilmente più in grado di condividere e darsi un sostegno reale, non basato su principi e ideali ma sul contatto diretto, su una profonda risonanza nei confronti di chi si ha più a cuore al mondo. Questo spettacolo cercherà quindi di rappresentare l’odissea di una mini comunità che attraverso un gioco di scambi e solidarietà tenta lentamente e faticosamente di arrivare al termine del viaggio.

20150416_155757

Maurizio Giunti, danzatore della compagnia: «Ti ritrovi in una posizione di aiuto, di sostegno agli altri. Le tempistiche, il ritmo sono diversi rispetto a quando si è tutti danzatori professionisti e quindi, per questo motivo, io e Claudia ci troviamo sempre in una posizione di ascolto, di sostegno, ma, in fin dei conti, anche di scambio reciproco con gli altri partecipanti. Inoltre la cosa eccezionale di questo lavoro è che risulta tutto così tremendamente reale e quindi semplicemente accettabile».
Claudia Caldarano, danzatrice della compagnia: «Si amalgama tutto, crollano i codici accademici; è vero, sì, è tutto scritto ma le variazioni che poi inevitabilmente si hanno sulla scena, nell’atto pratico della rappresentazione, sono estremamente vive, spontanee. Quello che ognuno di noi è, e che va aldilà del ruolo che si ricopre nella vita professionale, rientra tutto nel lavoro».
Giuseppe Comuniello: «Siamo diversi per età, per condizione, per nazionalità e per tante altre cose, ma proprio tale fattore ci ha imposto di conoscerci anche al di fuori del palco, anche per riconoscerci meglio su di esso; e per questo motivo fra di noi si sono abbattute tutte le barriere che solitamente impediscono il fluido scorrere del rapporto con il prossimo».
Ciò che ci attende venerdì 17 si preannuncia intenso.

Carlo Errico

17 > 18 APRILE ore 21
GIUSEPPE COMUNIELLO | VIRGILIO SIENI
IL SEME DEL PIANGERE
Esodo in forma di gesto_ secondo episodio
Coreografia Virgilio Sieni
Interpreti: Sonia Bieri, Claudia Caldarano, Giuseppe Comuniello, Maurizio Giunti, Alma Portone
Asistente al progetto: Giulia Mureddu

Ingressi: intero 10 euro, ridotto 8 euro. _ Si consiglia la prenotazione. Tel. 055 2280525.
CANGO Cantieri Goldonetta, via Santa Maria 23/25 Firenze
Tel. 055 2280525 _ cango@sienidanza.it – www.cango.fi.it

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...