Laurent Chétouane_ Considering/Accumulations

Cango si prepara ad accogliere l’ultimo degli ospiti internazionali di Umano_ Cantieri internazionali sui linguaggi del corpo e della danza, il coreografo francese Laurent Chétouane che ci presenta in prima nazionale la sua ultima creazione, Considering/Accumulations, in scena domani, venerdì 30, e sabato 31 ottobre alle ore 21.

CONSIDERING -  ChoŽgraphie : Laurent CHETOUANE -  Tanz : Rapha‘lle DELAUNAY, Mikael MARKLUND -  Klavier : Mathias HALVORSEN -  ErzŠhler : Johann JŸRGENS -  Dramaturgie : Georg DšCKER -  Licht : Stefan RICCIUS -  Tonbearbeitung : Johann GŸNTHER -  Assistenz Choreografie : Lisa BLšCHLE -  Theater HEBBEL AM UFER -  Le 20 mai 2015 -  Photographie : Beno”te FANTON

Laurent Chétouane – Considering. Accumulations ©Benoîte Fanton

Laureato in ingegneria, Laurent Chétouane ha studiato recitazione alla Sorbonne di Parigi per poi frequentare i corsi di regia all’Università di Musica e Spettacolo di Francoforte. Dal 2000 lavora come regista per i più importanti teatri tedeschi (Amburgo, Colonia, Monaco di Baviera). Dal 2006 firma anche spettacoli di danza, tra cui: Tanzstück #1-4, Hommage an das Zaudern e il duetto M!M. Inoltre insegna all’Istituto Media e Teatro dell’Università Goethe di Francoforte e come visiting professor a Giessen, Berlino, Amburgo, Lipsia e Oslo.

In Considering/Accumulations Chétouane si cimenta con Il teatro delle marionette di Heinrich von Kleist, testo che ha ispirato tutta la sua scrittura scenica.

Nel suo celebre saggio, Kleist sviluppa una teoria estetica che individua la grazia nella coincidenza degli opposti: gravità e leggerezza, caduta ed elevazione, coreografia e caso. Ed è proprio in questo coesistere degli estremi che si sviluppa la partitura gestuale di Considering/Accumulations, in cui il corpo dei due danzatori è messo alla prova attraverso un costante confronto tra reale e ideale.

CONSIDERING -  ChoŽgraphie : Laurent CHETOUANE -  Tanz : Rapha‘lle DELAUNAY, Mikael MARKLUND -  Klavier : Mathias HALVORSEN -  ErzŠhler : Johann JŸRGENS -  Dramaturgie : Georg DšCKER -  Licht : Stefan RICCIUS -  Tonbearbeitung : Johann GŸNTHER -  Assistenz Choreografie : Lisa BLšCHLE -  Theater HEBBEL AM UFER -  Le 20 mai 2015 -  Photographie : Beno”te FANTON

Laurent Chétouane – Considering. Accumulations ©Benoîte Fanton

La forza, l’intelligenza e lo humour di questo classico della letteratura tedesca si dispiegano sulla scena mediante una comparazione dialettica fra i fragili movimenti dei due danzatori e la perfezione ideale della partitura testuale affidata alla voce off di un narratore. Nelle quattro parti del pas de deux, i danzatori Raphaëlle Delaunay et Mikael Marklund si rapportano sia alle parole di Kleist che alle musiche di Bach, Mendelssohn e Ives eseguite dal vivo dal pianista norvegese Mathias Susaas Halvorsen in un continuo intrecciarsi di sollecitazioni diverse.

Francesca Gennuso

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...