Come As You Are – Jacopo Jenna

Un corpo che esplora lo spazio ricercando la purezza del movimento, come per rispondere all’invito che si cela dietro le parole «Come as you are»; questo il punto d’origine del solo di Jacopo Jenna, in scena stasera, in prima assoluta, a Cango, nell’ambito del Festival La Democrazia del corpo.

whatsapp-image-2016-12-02-at-13-54-15

ph Laura Sciortino

In Come as you are, creato in collaborazione con l’artista visivo Jacopo Miliani, il coreografo, performer e videomaker Jacopo Jenna prende in prestito il titolo della canzone dei Nirvana del 1991, come elemento di riferimento da cui far partire sia il processo di creazione che di fruizione del movimento.
Come ci racconta lo stesso coreografo: «il titolo della canzone è il punto di partenza, da cui si genera un doppio invito per me e per il pubblico. ‘Come as you are’ diventa quindi uno spazio semantico da cui generare un lavoro di riflessione sul corpo che sia in grado di costruire una forma di danza capace di porsi come un invito a percepire il movimento nel suo flusso e non nella sua ricerca di rappresentazione. Tutto questo inteso al di là dell’universo di senso che una canzone così nota possa generare».

whatsapp-image-2016-12-02-at-13-54-12

ph Laura Sciortino

L’azione coreografica si sviluppa in due sezioni: una prima parte connotata da un susseguirsi di movimenti che si accumulano l’uno sull’altro, una serie di danze frammentate in un flusso cromatico che dilata la percezione del corpo; una seconda parte in cui lo spazio semantico del testo viene decostruito attraverso la produzione di venti asciugamani di spugna, rossi e bianchi, nei quali le parole della canzone di Kurt Cobain riaffiorano stampate in una forma grafica, curata dall’artista visivo Jacopo Miliani.

whatsapp-image-2016-12-02-at-13-54-16-1

ph Laura Sciortino

La collaborazione con l’artista, che cura tutta la parte visiva del lavoro, tra cui l’inserimento di un giovane chitarrista che fa da raccordo tra la prima e la seconda sezione, parte da un presupposto di libero incontro creativo tra i due linguaggi artistici, ovvero visual art e danza contemporanea:

«Ho chiesto a Jacopo Miliani di fare un lavoro nel lavoro, senza commissione e senza spiegargli esattamente quello che avevo in mente. Lui ha quindi deciso di scomporre il testo della canzone con una riproposizione grafica stampata su degli asciugamani; da qui è partito il mio personale percorso creativo sul loro utilizzo scenico. Non abbiamo lavorato insieme in sala, ma c’è stata comunque una proficua collaborazione a distanza, una contaminazione tra due linguaggi artistici che ha creato un sostrato creativo molto interessante da sviluppare».

whatsapp-image-2016-12-02-at-13-54-16

ph Laura Sciortino

Jacopo Jenna sarà anche protagonista della serata di domenica 4 dicembre con Here We Now, Entertain Us, ore 17 e ore 18, una creazione site specific che conclude il laboratorio intrapreso dal coreografo con un gruppo composito di danzatori e amatori.

A cura di Francesca Gennuso

CREDITS

Coreografia e danza: Jacopo Jenna
Set e immagini: Jacopo Miliani
Musica e disegno sonoro: Luca Scapellato LSKA
Live guest: Artu Trash
Disegno luci: Giulia Broggi
Organizzazione: Luisa Zuffo
Produzione: Kinkaleri, Cango_Centro di produzione sui linguaggi del corpo e della danza

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...