La rappresentazione del gesto • Canto al Silenzio • 1°parte

Nel contesto del laboratorio di disegno La rappresentazione del gesto , in corso con la collaborazione dell’Accademia di Belle Arti di Firenze, presentiamo una galleria di lavori eseguiti dagli studenti durante la visione della performance Canto al Silenzio di Virgilio Sieni con Claudia Caldarano, ideata in occasione della mostra A passi di danza sulla figura di Isadora Duncan.

– All’interno di una stanza di Villa Bardini, in un luogo ombroso, quasi notturno, con velature di luce, la danzatrice Claudia Caldarano darà corpo a un atelier fisico mostrando un vocabolario di passi inarrestabili, continui. Un flusso che richiama il gioco dei venti tra la natura, l’ascolto delle fronde, il passaggio dell’aria tra le cose, tra il corpo e lo spazio, tra le articolazioni.

L’esposizione A passi di danza. Isadora Duncan e le Arti figurative in Italia tra Ottocento e avanguardia è a cura di Maria Flora Giubilei e Carlo Sisi, in collaborazione con Rossella Campana, Eleonora Barbara Novellini e Patrizia Veroli, ed è promossa da Fondazione CR Firenze e da Fondazione Parchi Monumentali Bardini e Peyron, con il patrocinio del Comune di Firenze, in collaborazione con il Museo Stefano Bardini.

~~~~~~~~~~~

LUCILE DUCRON 

@LucileDucron dsc_1359-1.jpg

@LucileDucron DSC_1375

Siamo tutti pronti, matite tra le dita, macchina fotografica appesa al collo.
Il rumore dei fogli e i chiacchiericci ribaltano con forza sui muri del palazzo. Aspettiamo.
Arriva lei, come un miraggio. Sembra che stia sognando, che veda qualcosa che noi non possiamo cogliere.
Si muove, delicatamente, lentamente… ci sta abbracciando con il suo movimento, ma non possiamo mai afferrare il suo sguardo.
Il tempo è lungo, disteso, bello. Un raggio di sole passa dalla finestra, si avvicina per raccoglierlo.
Sono trasportata in un’altra dimensione, in un altro tempo. Che cos’è? Vorrei toccarla. E’ una pietra? E’ acqua? E’ vento? O forse tutto.

@LucileDucronDSC_1374

@LucileDucronDSC_1376

~~~~~~~~~~~

ELISA MANAI

ELISA MANAI

VITALITÀ E INERZIA

ELISA MANAI2

Due momenti contrastanti di luce e di ombra, vitalità e inerzia.
Le gambe si muovono, come elementi vivi.
Il corpo è disteso, in una condizione temporanea, un’ombra copre il volto.

~~~~~~~~~~~

LILIA BUZZELLI

DSC_0357

IL CORPO DIVENTA VEICOLO DI RICERCA DELLA LUCE

DSC_0333

Il corpo diventa veicolo di ricerca della luce, in modo del tutto naturale. Degli spiragli permettono alla luce di entrare dalla finestra in una stanza neutra, senza alcuna artificiosità. Tale luce si mette in contatto con il corpo, il quale evoca un grido silenzioso, quasi mistico. Sperimentando il proprio corpo, la danzatrice trova in esso, rifugio e libertà, e li esprime a sua volta attraverso l’emozione e l’astrattismo del gesto.

~~~~~~~~~~~

HUANG LUYAO

HUANG LUYAO

ETERNO .  Luci e ombre sono eterne e non cambiano. Il cambiamento è la forma che vediamo attraverso gli occhi: migliaia di luci e ombre adesso stanno cambiando.

 

~~~~~~~~~~~

GAO MINGZHE

GAO MINGZHE LA LUCE

LA LUCE. La danza, la luce del mondo.

– Lilia Buzzelli, Lucile Ducron, Luyao Huang, Elisa Manai, Minzghe Gao

>>> CONTINUA 

 

Una risposta a “La rappresentazione del gesto • Canto al Silenzio • 1°parte

  1. Pingback: La rappresentazione del gesto • Canto al Silenzio • 2° parte | nellepieghedelcorpo·

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...