Unità

dolcevita

Unità, insieme, unione: sono tre parole lessicalmente molto vicine e che richiamano tutte a un’idea di ordine, coerenza e armonia. Una coerenza che qualche volta non è immediatamente visibile, ma che deve esserci e funzionare come collante nel tenere insieme la struttura. Di unità si parla non solo per la coreografia, termine a cui Virgilio Sieni collega spesso il concetto di unità (spezzettare la coreografia in differenti parti, tanto maggiori quanto più è alta la complessità dell’opera, per arrivare a comprenderla e perché funzioni) ma anche in relazione con l’idea di origine e con l’intero complesso del lavoro di un artista, il cui insieme è chiave di lettura del suo pensiero. Dove c’è unità, ogni frammento è al posto giusto e ogni dettaglio è intriso di una parte del significato che è germogliato nella testa dell’artista e viene poi veicolato attraverso l’opera. La sola comprensione di tutti i frammenti dell’unità, quindi, può portare alla visione d’insieme di un quadro complesso.

Stefania Loppo

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...